Alexander Lonquich

Alexander Lonquich

Nato a Trier si impose sulla scena musicale internazionale nel 1977 quando, a 17 anni, vinse il Concorso “Casagrande” di Terni. Da lì iniziò una carriera concertistica che tuttora lo vede protagonista nei principali teatri in Europa, Giappone e negli Stati Uniti. Fra i tanti direttori d’orchestra con i quali ha collaborato in 35 anni di attività, spicca il nome di Sándor Végh e della sua Camerata Salzburg, complesso con il quale Lonquich si esibisce ancora oggi regolarmente nella duplice veste di direttore e solista. Un altro capitolo importante della sua carriera riguarda la musica da camera, ambito nel quale ha avuto modo di collaborare con artisti come Joshua Bell, Heinz Holliger, Isabelle Faust, Frank Peter Zimmermann e con la moglie Cristina Barbuti, con la quale dal 2003 si esibisce in duo pianistico in molti paesi europei. Nel ruolo di direttore-solista si è esibito con l’Orchestra della Radio di Francoforte, la Royal Philharmonic Orchestra, la Deutsche Kammerphilarmonie, la Mahler Chamber Orchestra, la Filarmonica della Scala, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e soprattutto con l’Orchestra da Camera di Mantova, con la quale ha svolto in passato anche un percorso di approfondimento critico dei Concerti di Mozart. In campo discografico, dopo aver effettuato incisioni per EMI (Mozart, Schumann e Schubert), Lonquich ha iniziato una collaborazione con l’etichetta ECM per la quale ha recentemente registrato la Kreisleriana e la Partita di Holliger. Alexander Lonquich dedica da sempre molte energie alla didattica con master-class ed insegnamenti stabili presso rinomate istituzioni come l’Accademia Pianistica di Imola e la Hochschule für Musik di Colonia.

Pubblicato in Senza categoria