newsConcerto finale del 27 aprile: c’è anche Egmont

Concerto finale del 27 aprile: c’è anche Egmont

Il direttore principale della OTO, Alexander Lonquich, ha riservato al pubblico una bella sorpresa, in occasione del concerto di chiusura della stagione 2015/16 in programma mercoledì 27 aprile.
Contrariamente a quanto previsto nel programma generale, la serata si apre con Egmont, ouverture in fa minore op. 84 che Beethoven compose nel 1810 per una ripresa teatrale dell’omonimo dramma storico di Goethe. Poi tutto come da copione, con la Sinfonia n. 4 in la maggiore “Italiana” di Mendelssohn, che Lonquich propone nella poco eseguita versione del 1834 che rispetto a quella di solito suonata nelle sale da concerto presenta ampie modifiche che si estendono fino alla stesura dei temi e agli equilibri formali.
Nella seconda parte il Brahms giovanile del primo Concerto per pianoforte e orchestra, con la parte solistica affidata al pianista Andrea Lucchesini.
Pubblicato in news